Piazza Grande


Santi che pagano il mio pranzo non ce n'è
sulle panchine in Piazza Grande,
ma quando ho fame di mercanti come me 
qui non ce n'è.

Dormo sull'erba e ho molti amici intorno a me,
gli innamorati in Piazza Grande,
dei loro guai dei loro amori tutto so, 
sbagliati e no.

A modo mio 
avrei bisogno di carezze anch'io.
A modo mio 
avrei bisogno di sognare anch'io.

Una famiglia vera e propria non ce l'ho
e la mia casa è Piazza Grande,
a chi mi crede prendo amore e amore do, 
quanto ne ho.

Con me di donne generose non ce n'è,
rubo l'amore in Piazza Grande,
e meno male che briganti come me 
qui non ce n'è.

A modo mio 
avrei bisogno di carezze anch'io,
avrei bisogno di sognare Dio,
ma la mia vita non la cambierò mai mai.
A modo mio 
quel che sono l'ho voluto io.

Lenzuola bianche per coprirci non ne ho
sotto le stelle in Piazza Grande,
e se la vita non ha sogni io li ho 
e te li do.

E se non ci sarà più gente come me
voglio morire in Piazza Grande,
in mezzo ai gatti che non han padrone come me, 
attorno a me.


Lucio Dalla​, „Piazza Grande”

Popularni postovi s ovog bloga

Trpanjske elegije

Pesma iz meseca maja

Kasno je za ljubav

Neko drugo more

Divlji badem

O Vukovaru s Momom Kaporom

Bio je to najbolji poljubac u celom mom životu