La prima compagnia


Se c'è chi ha tanto dato e poco ha avuto
Tu non sei certo amica mia
In questa sera bevo alla salute
Della mia prima compagnia

Voglio parlare dell'amore
Proprio di quello che ho pagato
In questa vita tanto avara
Si paga tutto e ben pesato

Amore facile di un'ora
Dove non giochi la tua vita
C'è un pò di gioia e mai dolore
Chiudi la porta ed è finita

Io sono un uomo e non un santo
A volte mentivo una carezza
Allora era gratuito e non mi vanto
Anch'io cercavo tenerezza

Poi si parlava in confidenza
Di vecchie storie di famiglia
Di cose tristi e di violenza
Di chi dà niente e tutto piglia

Non ho vergogna nè rimpianti
Non ho domande nè risposte
Ho perso i giorni e sono tanti
Ma li ricordo e tanto basta

La cosa valeva ben la spesa
E la paura e il pentimento
La sera gli altri chiusi in casa
E noi andando contro il vento

Ma quando le incontro per la strada
Mi fanno un poco di tristezza
E penso sempre a dove cade
Il fiore della giovinezza

Se c'è chi ha tanto dato e poco ha avuto
Tu non sei certo amica mia
Io questa sera canto e la saluto
Quella mia prima compagnia



Sergio Endrigo, ''La prima compagnia''
Tekst: Luis Enríquez Bacalov & Sergio Endrigo, 1970.
Aranžman: Luis Enríquez Bacalov

Popularni postovi s ovog bloga

Kada Jelena dođe na more

Ivan V. Lalić - Nikad samlji

Teofil Pančić - Darko Rundek i Apokalipso, 20 godina

Lordan Zafranović - Ta slika mi se strašno urezala u sjećanje i negdje mi rekla šta je to pisac

Charles Bukowski - Još jedna propala veza

Patti Smith - Sam Shepard, moj najbolji drug

Ernesto Sabato - Zemlja u kojoj je najveća elektronska komunikacija istovremeno je i zemlja gde je najveća usamljenost ljudskih bića

Ljubomir Erić - Savremeni ljudi ne umeju da vole